Navigation Menu

Intervista a Silvia Badalotti

La Lindt ha realizzato una campagna pubblicitaria nazionale ad affissione, per la quale il ruolo di fotografa e supervisore è stato assegnato a Silvia Badalotti dopo un’accurata selezione. I manifesti della campagna pubblicitaria sono esposti proprio in questo periodo in tutte le città italiane più importanti, come Milano, Roma e Firenze.

Per questo progetto, come in ogni progetto di campagna pubblicitaria, l’agenzia di Lindt ha presentato la sua idea creativa ed è stato compito di Silvia, affiancata da un team di 14 persone da lei selezionate, realizzare la foto “perfetta” che soddisfacesse in pieno le esigenze del cliente.

Dopo la selezione c’è stato un Pre Project Meeting, ovvero una riunione dove ogni membro aderente al progetto ha potuto esprimersi e comprendere meglio il proprio ruolo.

Dopodiché il servizio fotografico in sé è avvenuto in un solo giorno, ma è stato un processo estremamente complesso e importante.

Il prodotto finale, una foto composta da 7 foto segmentate, è stato il frutto di oltre una settimana di post produzione. In questa settimana Silvia si è occupata di mettere insieme tutti gli scatti e creare il miglior risultato per il suo cliente: per questo la supervisione di ogni minimo dettaglio è stata necessaria.

Un compito di questo calibro è molto impegnativo, l’investimento finanziario da parte del cliente è elevatissimo e quindi il risultato deve essere assolutamente impeccabile. La campagna è stata un vero successo. I manifesti resteranno appesi in diverse location in tutta Italia fino a Natale.

Intervista a cura di Susanna Trucco, studentessa di Communication and Media presso la Bournemouth University, a Bournemouth (UK). 

 

Scritto da:
  • Susanna Trucco

Pin It on Pinterest